Yoga per bambini a Roma

| PSport


Un momento di gioco, rilassamento e concentrazione attraverso il quale i bambini, ispirandosi a figure della natura e di animali, impareranno le asana, posizioni dello yoga che favoriscono la giusta postura, l’equilibrio, danno al bambino fiducia in sé stesso e lo aiutano a scoprire le emozioni che risiedono in ognuno di noi. Secondo il metodo Balyayoga, riconosciuto e certificato, che usa fiabe, musica e canto per avviare i bambini dai 3 anni alla pratica yoga. Consigliato sie per i bambini in età prescolare che per i più grandi, aiuta a concentrarsi anche sui banchi di scuola e migliora la postura.

Il metodo Balyayoga ha benefici riconosciuti nell’età della crescita:

  • Migliora la capacità di concentrazione
  • Corregge la postura
  • Stimola lo sviluppo psicofisico
  • Aiuta il rilassamento
  • Attraverso il gioco aiuta a esprimere le emozioni

Da PCare troverete i corsi divisi per fascia d’età, dai 3 ai 6 anni e dai 6 ai 9 anni.

Cos’è il metodo Balyayoga?

C’è lo raccontano gli ideatori del metodo

Lo yoga per bambini di Balyayoga è diverso dallo yoga per adulti. Vari studi dimostrano che una semplice trasposizione dello yoga per adulti ai bambini possa essere addirittura dannoso. Balyayoga utilizza un approccio diverso, supportato da studi scientifici, affinché i più piccoli possano avvicinarsi a questa millenaria disciplina in modo sano, sicuro e giocoso.

Il gioco è il linguaggio che utilizza Balyayoga per poter parlare ai bambini. I bambini imparano davvero se l’insegnamento si traveste di fantasia e di gioco.

Respirazione: la respirazione per i bambini è importantissima ed il nostro metodo ne prevede l’insegnamento attraverso semplici esercizi. I piccoli, così, imparano consapevolmente l’importanza di una corretta respirazione. Ma nessun esercizio di pranayama viene insegnato ai bambini.

Meditazione e rilassamento: il percorso dello yoga per bambini, non è solo un insieme di esercizi motori più o meno difficili, ma ha il fine di migliorare la conoscenza del proprio Sé, attraverso un lavoro di concentrazione ed interiorizzazione. La meditazione, anche se per i bambini è limitata a pochissimi minuti, ha lo scopo di favorire questi due processi. Sul piano pratico tutto questo si traduce in una maggiore ascolto del proprio corpo, una riduzione dello stress e dell’ansia, una migliore concentrazione e focalizzazione sulla risoluzione dei problemi, una diminuzione dell’aggressività e un miglioramento della socializzazione. Per questo lo yoga diviene un percorso psico-fisico che aiuta i bambini nella loro crescita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *