Funghi medicinali, sapienza orientale e scienza moderna

| PBlog

Maitake, Shiitake e Cordyceps sono tre varietà di funghi dalle proprietà medicinali incredibili

Da millenni conosciuti e utilizzati dalla Medicina Tradizionale Cinese, questi funghi medicinali sono riconosciuti ormai a livello mondiale per i loro effetti terapeutici. Alcuni si possono consumare anche come alimento, oltre che come estratti in integratori specifici, con importanti benefici.

Se per il consumo alimentare (soprattutto degli Shiitake, i più diffusi) non ci sono particolari controindicazioni, per l’assunzione di integratori derivati da questi funghi medicinali vale sempre la regola che naturale non vuol dire innocuo. Valutate sempre le possibili interazioni con patologie e farmaci, e se avete dubbi chiedete al vostro medico.

I funghi medicinali

I funghi non appartengono nè al regno delle piante nè a quello degli animali. Sono organismi a se stanti, che interagiscono con il nostro organismo causando talvolta reazioni avverse, altre invece con importanti benefici. Una piccola parte dei funghi esistenti al mondo è nota per le sue proprietà medicinali, ed è utilizzata da millenni nella medicina orientale.

Da qualche anno se ne studiano e apprezzano le proprietà anche in Occidente, oltre la produzione di antibiotici ormai nota da circa un secolo

Lo Shiitake è forse il più famoso fungo medicinale. Commestibile, trova posto in moltissime ricette. È utilizzato sa scopo medicinale nei protocolli ospedalieri Giapponesi già dagli anni Settanta. Sostiene il sistema immunitario grazie ai suoi effetti sull’eubiosi intestinale, e ha azione curativa nei confronti o di alcune infezioni come la Candida. Contiene minerali essenziali (potassio, ferro, calcio, zinco( aminoacidi essenziali, acidi grassi e numerose vitamine. Molto importante la sua azione sul fegato, nella promozione di anticorpi contro l’epatite B. Aiuta anche a tenere sotto controllo il colesterolo.

Anche il Maitake è commestibile, e veniva utilizzato in Giappone come tonico, per migliorare energia e sistema immunitario, e anche come prevenzione per ipertensione e patologie degenerative. I betaglucani che contiene hanno dimostrato di essere un valido supporto ai pazienti con carcinoma polmonare sottoposti a chemioterapia. Un’altra importante caratteristica è il supporto al controllo glicemico, che lo rende un alleato contro diabete e sindrome metabolica, oltre ad avere un effetto neuroprotettivo.

Il Cordyceps  è un ottimo ricostituente dopo malattie debilitanti. Protegge il sistema cardiovascolare bilanciando la pressione, e rafforza il sistema immunitario. Ha importanti azioni sulla salute dell’apparato respiratorio, quello genitourinario e osteoarticolare. È noto anche per migliorare la funzionalità di vari organi (in particolare cuore, fegato, reni e polmoni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *