A colazione con l’Avocado

| PCibo

E’ il frutto del momento, ma non è una moda: l’Avocado è un super alimento che trova il suo posto in molte preparazioni di una cucina funzionale attenta all’equilibrio glicemico

Ricco di grassi buoni e povero di zuccheri, il suo equilibrio lipidico è paragonabile a quello ideale del latte materno, inoltre contiene molto potassio, poco sodio e una buona dose di vitamina C. Ideale per tuti coloro che vogliono tenere sotto controllo la glicemia pur necessitando di energia. Perfetto anche per i bambini durante lo svezzamento. Può essere utilizzato come spezzafame in una dieta che punti a controllare l’assunzione di carboidrati.

Oggi vi parliamo di come integrarlo nella vostra colazione, sia dolce che salata

Il classico toast con avocado e una spruzzata di lime o limone è l’esempio più semplice. Ricordiamo di utilizzare pane a lievitazione naturale, meglio se tostato per sigillare gli amidi di e ridurne l’assorbimento. In questo i carboidrati del pane, già bilanciati dai grassi buoni dell’avocado, forniranno energia a lento rilascio, con un elevato potere saziante che durerà fino al pasto successivo: niente attacchi di fame a metà mattina!

Una macedonia funzionale

Usiamolo come base per comporre una macedonia con frutti rossi (poveri di zuccheri e ricchi di antiossidanti e vitamine), kiwi (effetto lassativo), avena integrale E scaglie di mandorle (che bilanciano ulteriormente il carico glicemico)

Una ricetta golosa

Ogni tanto possiamo concederci una mousse golosa. La prepariamo con avocado ben maturo, cioccolato fondente (85% minimo) eritritolo o stevia per dolcificare e granella di mandorle e pistacchi a guarnizione (e come sempre la frutta secca entra in gioco per l’equilibrio glicemico)

Cosa abbiniamo da bere?

Usciamo dai soliti schemi che vogliono tè e caffè protagonisti della colazione. Un infuso di karkadè ha potere energizzante senza essere eccitante, oppure possiamo farci preparare in erboristeria una tisana a seconda delle nostre esigenze.

Al mattino, ad esempio, può essere utile per chi soffre di pressione bassa, abbinare liquirizia, rosmarino ed equiseto. Per un carico di antiossidanti, invece, chiediamo di farci comporre una tisana di thè rosso (che non contiene teina)bacche di goji e rosa canina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *