Ricette PCare – Involtini tiepidi di crudo con scarola, olive e pinoli

| PCibo

In questa ricetta rapida ma di grande effetto abbiniamo il prosciutto crudo DOP, fonte di proteine, ferro e iodio, con la scarola ripassata.

La scarola è una variante della cicoria, appartenente alla stessa famiglia dell’indivia riccia, ma rispetto a quest’ultima ha una maggiore percentuale di ferro, di zuccheri e di acqua di vegetazione, con un minore contenuto di sali. Anch’essa drenante e diuretica, ricca in cellulosa, per cui sconsigliata nel trattamento di malattie infiammatorie intestinali; contiene clorofilla e vitamina E che la rende meno digeribile. La scarola si consuma cruda se si vuole fornire un’azione più drenante e diuretica, ripassata aumenta lo stimolo epatico.

Fornisce anche un buon apporto di ferro, e soprattutto nella modalità ripassata con aglio ha effetto ipoglicemizzante e tonico per l’umore, anche grazie all’abbinamento con pinoli e olive taggiasche (ricordiamo sempre di sciacquarle bene per eliminare l’eccesso di sali).

Una grattugiata di zenzero fresco a fine cottura ne aumenta la digeribilità e arricchisce di gusto

Per un effetto più scenografico, da proporre ad esempio per un aperitivo tra amici, proviamo a impiantarla legando gli involtini con lo spago da cucina, creando dei fagottini


Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *